Spedizione SEMPRE gratuita

Acido lattico, cos’è e come influenza le performance sportive

A tutti sarà capitato più volte, durante un allenamento o una corsa, di ritrovarsi senza energie o con le gambe pensanti. Colpa di una vecchia conoscenza degli sportivi: l’acido lattico.

Ma cos’è l’acido lattico? È davvero la causa dei dolori muscolari?

Tanto nominato quanto odiato durante l’allenamento, l’acido lattico è in realtà̀ una sostanza che viene prodotta dal nostro organismo anche in normali condizioni. L’acido lattico, o lattato, rappresenta un sottoprodotto del metabolismo anaerobico e si tratta di un composto tossico per le cellule, generalmente collegato alla fatica muscolare. Per quanto tossico, tuttavia, il corpo umano possiede dei sistemi di difesa in grado di riconvertire il lattato in glucosio e di metabolizzarlo a scopo energetico. Da queste affermazioni si deduce come l’acido lattico non sia un vero e proprio prodotto di rifiuto. Inoltre, viene generalmente smaltito entro un paio di ore dal termine dell’attività fisica. Questo significa che non è responsabile del dolore muscolare che si avverte uno e due giorni dopo l’allenamento. Tale dolore è sostanzialmente dovuto alle micro-lacerazioni delle fibre muscolare e all’eccessiva sollecitazione delle articolazioni.

Acido lattico e performance sportive

Come abbiamo detto, il corpo è in grado di sfruttare l’acido lattico e di metabolizzarlo. Il problema subentra quando la produzione di acido lattico eccede la capacità del corpo di smaltirlo. In particolare, durante un lavoro muscolare intenso il corpo si trova nella condizione di non essere più in grado di soddisfare le aumentate richieste di energia attraverso il metabolismo aerobico, ovvero non riesce a soddisfare il fabbisogno energetico soltanto con l’ossigeno che bruciamo. Attiva quindi un processo secondario, chiamato meccanismo anaerobico lattacido, grazie al quale sopperisce alla mancanza di ossigeno attraverso l’aumento di produzione di acido lattico allo scopo di ottenere energia.

Il conseguente accumulo di acido lattico è il principale responsabile dei bruciori (più̀ o meno forti) dei muscoli, che spesso ci costringono a diminuire l’intensità̀ del workout o, addirittura, a fermarci. In sintesi, questo processo ci dà più energia, ma per un tempo limitato. Nel momento in cui viene superata la soglia di tolleranza dell’acido lattico, il corpo ci costringe a fermarci. Se vogliamo aumentare le nostre performance, è quindi importante capire come tenerlo sotto controllo, ma soprattutto sapere come eliminare l’acido lattico.